Scorcio dell’allestimento della mostra temporanea “La pietra e gli eroi”

A conclusione delle prime operazioni di restauro, nel novembre del 2011, viene allestita una mostra temporanea nel Centro di Li Punti, a Sassari, La pietra e gli eroi: per la prima volta dal ritrovamento si espone al pubblico tutto il complesso scultoreo di Mont’e Prama. Oltre alle statue restaurate e parzialmente ricomposte, trova spazio anche una lunga vetrina a parete che ospita la mole di reperti non utlizzati nelle ricostruzioni delle sculture.

Il 22 marzo del 2014, a seguito di un complesso programma di trasferimento delle sculture realizzato dal “CCA” per la Soprintendenza Archeologica di Cagliari, è inaugurata la mostra Mont’e Prama 1974-2014, allestita contemporaneamente e in parallelo al Museo archeologico nazionale di Cagliari e al Museo civico Giovanni Marongiu di Cabras.
Le attuali sale espositive dei due musei rispecchiano l’allestimento del 2014.

Scorcio dell’allestimento del 2014 al Museo civico Giovanni Marongiu
Scorcio dell’allestimento al Museo archeologico nazionale di Cagliari

Nel Museo civico di Cabras è stata allestita anche una terza sala, in cui tra il 2015 e il 2017 si sono aggiunti i reperti più significativi delle campagne di scavo recenti, in molti casi ancora prima del restauro.

Le due statue di pugilatori ritrovate nel 2014. Quella di sinistra deve ancora essere restaurata.

Complessivamente, tra i due musei, il patrimonio esposto è imponente: 27 statue antropomorfe non integre – 6 arcieri, 3 guerrieri e 18 pugilatori, uno scudo di guerriero16 modelli di nuraghe – 5 semplici, 4 quadrilobati, 6 ottalobati e uno indefinibile, 9 betili – 6 in arenaria e 3 in calcare, e altre sculture non identificate, ma il numero cresce man mano che proseguono gli scavi della necropoli.

In entrambe le strutture l’allestimento attuale non è quello definitivo: a Cagliari è in corso l’allestimento del “Museo Liquido”, nel quale è prevista ancora una parte relativa al complesso scultoreo.
A Cabras è in fase di costruzione la nuova sala che ospiterà le sculture nel prossimo futuro ed è in corso la progettazione dell’allestimento interno.

Per maggiori informazioni sulla musealizzazione si rimanda a:
Nicosia 2005; Costanzi Cobau 2011; Minoja-Usai (a cura di) 2011, pp. 49-55; Boninu 2009; Boninu 2012a; Boninu 2012b; Manunza 2013; Boninu 2014; Boninu-Costanzi Cobau 2014; Macciocco-Huber-Luciano 2014; Usai 2014d; Usai-Leonelli 2014; Scano 2015; Usai 2015b.

consulta la bibliografia

approfondimenti

restauro