open day patrimonio Mont'e Prama - Mont'e Prama

Strumenti ed esperienze per facilitare l’accesso e la partecipazione culturale dei cittadini

Le strategie di audience development e audience engagement per la valorizzazione dei beni culturali

venerdì 14 dicembre 2018

Centro polivalente del Comune di Cabras

L’Open Day dedicato al patrimonio scultoreo di Mont’e Prama, promosso dalla Regione Sardegna, dal Comune di Cabras e dal MiBAC nell’ambito del Piano di comunicazione e marketing, ha avuto l’obiettivo di attivare una riflessione e un confronto su strategie, strumenti ed esperienze per ampliare, diversificare e migliorare l’accessibilità del patrimonio culturale e presentare esperienze d’eccellenza locali e nazionali e strumenti innovativi di narrazione digitale.

 

All’evento hanno partecipato circa 120 persone, tra amministratori, operatori della cultura, studenti e cittadini.

I lavori sono stati aperti da Cristina Da Milano della società Eccom Progetti che ha introdotto i temi delll’audience development a livello europeo. L’audience development inteso come processo strategico e dinamico che consente alle organizzazioni culturali di mettere il pubblico – concepito non solo come visitatori bensì come individui e comunità di riferimento – al centro della propria azione.

A seguire sono state presentate diverse esperienze regionali di audience engagement, il Festival MaMuMask del Museo delle maschere di Mamoiada, le attività di coinvolgimento della comunità portate avanti dal museo Museo Nivola di Orani, il Progetto Virtual Archaeology della Regione Sardegna.

Per quanto riguarda le attività di valorizzazione del complesso scultoreo di Mont’e Prama, hanno presentato le attività di valorizzazione del patrimonio la Soprintendenza e i due Musei, di Cagliari e di Cabras.

Sono state, infine, illustrate le attività del Piano di comunicazione e marketing di Mont’e Prama e raccontati alcuni degli strumenti di narrazione messi in campo come il laboratorio di digital storytelling e il social tour.

Digital storytelling

Il digital storytelling del Liceo Siotto

Social tour

È stata molto emozionante la presentazione di alcuni digital storytelling raccontati dai ragazzi che li hanno sperimentati. Ragazze e ragazzi del Liceo classico “Siotto Pintor” di Cagliari e del Liceo artistico Contini di Oristano hanno trasmesso il loro entusiasmo per questa iniziativa che ha consentito loro di essere protagonisti di un processo di narrazione e valorizzazione del patrimonio scultoreo di Mont’e Prama che appartiene a tutti, che costituisce la nostra identità e che ci rende compartecipi della nostra storia.

Le interviste di alcuni protagonisti

Mont’e Prama per la valorizzazione del territorio.

Andrea Abis, sindaco di Cabras: valida sperimentazione di un piano di comunicazione basato su strumenti contemporanei e su un modello di gestione dei beni culturali che “atterra” nei territori e da lì riparte creando rete di relazioni utili anche al benessere economico delle persone.

Raccontare la bellezza. Il piano di comunicazione di Mont’e Prama.

Giuseppe Dessena, assessore ai Beni culturali della Regione Sardegna: l’importanza di un piano di comunicazione adeguato alla bellezza del patrimonio culturale della Sardegna che, a partire dai territori, coinvolga il mondo.

Mont’e Prama tra gloria del passato e sguardo al futuro.

Antonietta Boninu, già Direttore della Soprintendenza archeologica di Sassari e Nuoro, progettista e direttore del restauro delle statue di Mont’e Prama, racconta il valore del restauro ma soprattutto del Complesso scultoreo di Mont’e Prama per Cabras e per l’intera isola e le sue emozioni nel vedere i filmati realizzati durante il digital storytelling.

Mont’e Prama: un simbolo della civiltà nuragica.

Emina Usai, già funzionario della Soprintendenza archeologica di Cagliari, racconta i suoi scavi a Mont’e Prama e il valore simbolico dell’heroon per la civiltà nuragica dell’età del ferro nel Mediterraneo.

favicon

Il Programma comunitario di sostegno ai settori culturali e creativi Creative Europe definisce con audience development  un processo strategico e dinamico di allargamento e diversificazione dei pubblici e  di miglioramento delle condizioni complessive di fruizione e con audience engagement  il cambiamento sistematico di approccio e coinvolgimento delle comunità,  attivato dalle istituzioni e organizzazioni culturali.

In linea con tali definizioni, il Piano di comunicazione del Complesso scultoreo di Mont’e Prama, sottolinea la necessità di coinvolgere, ampliare e differenziare le opportunità di fruizione da parte dei diversi pubblici, aprire a narrazioni plurime, favorire la mediazione dei contenuti e la valorizzazione del potenziale educativo e trasformativo derivante da logiche di progettazione aperte e inclusive.

In quest’ottica l’evento  intende attivare un momento di riflessione e confronto su strategie, strumenti ed esperienze per ampliare, diversificare e migliorare l’accessibilità del patrimonio culturale attraverso il coinvolgimento attivo delle comunità.

9:50

Saluti istituzionali e relazioni introduttive

Andrea Abis
Sindaco di Cabras

Patricia Olivo
Segretario Regionale MiBAC

Giuseppe Dessena
Assessore ai Beni Culturali, Regione Sardegna

Moderano i lavori: Serenella Paci, Poliste e Cinzia Dal Maso, Archeostorie

Confronto con i partecipanti con tecnologie interattive

10:10

Audience development e audience engagement: principi, strategie, strumenti ed esperienze

Cristina Da Milano
Eccom Progetti

10:30

L’esperienza del Festival MaMuMask di Mamoiada

Mario Paffi
Museo delle Maschere Mediterranee di Mamoiada

10:40

Museo Nivola e comunità: quando la cultura diventa esperienza

Sergio Flore
Museo Nivola di Orani

10:50

Il progetto di Virtual Archeology della Regione Sardegna

Cristiano Melis
Assessorato dei Beni Culturali, Regione Sardegna

11:30

Il Piano di comunicazione di Mont’e Prama

Caterina Meloni
Assessorato dei Beni Culturali, Regione Sardegna

Maura Picciau, Alessandro Usai
Roberto Concas
MiBAC

Carla Del Vais
Museo Civico di Cabras

Serenella Paci e Francesca Guida
RTI di attuazione del Piano

12:10

Il patrimonio di Mont’e Prama: il digital storytelling e il social tour

Elisabetta Falchetti
Eccom Progetti

Proiezione di alcuni Digital Storytelling delle classi del Liceo classico Siotto Pintor di Cagliari e del Liceo artistico di Oristano
e testimonianza dei ragazzi

12:50

Intervengono e si confrontano sul tema
i partecipanti, gli esperti e i referenti del MIBAC, della Regione Sardegna e del Comune di Cabras

L’evento si è concluso con una visita al patrimonio di Mont’e Prama esposto presso il Museo civico Giovanni Marongiu di Cabras.

favicon