Attività di valorizzazione e promozione

La Fondazione Mont’e Prama progetta e realizza attività di valorizzazione e promozione, in ambito nazionale e internazionale, del valore culturale rappresentato dal complesso statuario rinvenuto a Mont’e Prama e del percorso culturale integrato dei beni culturali del Sinis – Terra di Mont’e Prama.

Futuro prossimo

Un nuovo importante accordo è stato firmato a New York dalla Fondazione Mont’e Prama per la promozione in America dei tesori del Sinis in una mostra al Metropolitan Museum of Art sull’antica storia della Sardegna. La mostra inaugurerà a maggio 2023, con un’apertura prevista fino a novembre dello stesso anno. Protagonista indiscusso sarà ancora una volta Manneddu che, che dopo il tour europeo, volerà in America per essere esposto all’ingresso dell’area classica greco-romana del Metropolitan Museum of Art: una sezione che può contare su tre milioni di visitatori l’anno.

favicon

L’incontro fra arti, culture, esperienze e modelli di divulgazione scientifica sarà il filo conduttore dei Festival che animeranno lestate 2023, proposti dalla Fondazione Mont’e Prama tra Cabras e il resto dell’oristanese, con importanti vetrine che saranno messe a disposizione di tutti i siti archeologici dell’isola.

La seconda edizione del Festival internazionale dell’Archeologia “L’Isola dei Giganti” si svolgerà dal 27 giugno al 2 luglio 2023 a Cabras, con prefestival (sul modello di quanto accaduto lo scorso anno a Barumini) in un sito archeologico dell’oristanese. Epicentro degli eventi sarà il parco del Museo civico di Cabras, con appuntamenti che saranno previsti anche a Solanas e nei siti archeologici.

Il format resta quello che ha avuto successo nella prima edizione: divulgazione scientifica e musica di qualità si alterneranno, in stretto dialogo fra culture e lingue. Nel corso dell’edizione 2023 in ogni serata è prevista la presenza di un territorio ospite, che potrà mettere in vetrina le sue attività nel campo della valorizzazione dei beni archeologici: un modo di proseguire nella costruzione di reti diffuse tra la Fondazione e le altre realtà dell’Isola.

La seconda edizione del Festival della Letteratura archeologica si svolgerà invece dal 7 al 9 luglio nel villaggio di San Salvatore di Cabras e sarà preceduto, nei giorni del 5 e del 6, dalla prima edizione dell’Archeofilm festival, che sarà ospitato nello stesso luogo. Artisti, relatori e organizzazione conviveranno nel caratteristico novenario che ospita la sentitissima festa di inizio settembre, facendo da scenario alla celebre “Corsa degli Scalzi”, evento dal forte carattere religioso e identitario, capace di coinvolgere non solo la comunità di Cabras ma oramai l’intera Sardegna.

Dal 19 al 22 ottobre Cabras ospiterà anche la XX edizione dell’Assemblea internazionale dell’itinerario del Consiglio d’Europa “La Rotta dei Fenici”, del quale fa parte anche l’antica città di Tharros. In quell’occasione arriveranno nel Sinis delegati da 15 paesi dell’area del Mediterraneo allargato. Nell’evento la Fondazione Mont’e Prama coinvolgerà i comuni di Porto Torres, Pula e Sant’Antioco.

favicon

Cagliari calcio e Dinamo Banco di Sardegna Sassari accanto alla Fondazione Mont’e Prama

La Fondazione Mont’e Prama, nell’ambito del progetto di studio e varo di mirate campagne di comunicazione, finalizzate a posizionare i beni archeologici del Sinis e dell’intera Isola sul mercato italiano e internazionale, ha in corso una articolata campagna di comunicazione in stretta collaborazione con le società Cagliari calcio e Dinamo Banco di Sardegna Sassari in occasione delle partite che verranno disputate nel prossimo campionato di calcio e  nella prossima Champions League e serie A1 di basket.
Nel 2022 la Fondazione ha organizzato, con il Cagliari Calcio, una mostra fotografica a Genova e, con la Dinamo, mostre e conferenze a Salonicco e a Digione. Sono in programma per il 2023 iniziative in nove importanti città italiane (Palermo, Bari, Brescia, Venezia, Parma, Milano, Bologna, Napoli, Trieste).

favicon

Visitor Center

Il 2022 ha visto la nascita del Visitor Center a Cagliari, uno spazio esclusivo di oltre 120 metri quadrati dove i visitatori possono conoscere in realtà virtuale il Museo Archeologico di Cabras, l’antica città di Tharros, il pozzo di Santa Cristina e il villaggio di San Salvatore di Sinis; proiezioni 3D a grandezza naturale fanno conoscere tutte le statue dei Giganti. E, ancora, spazio ai giochi – con il puzzle virtuale – e una mappa per scoprire i luoghi da visitare e una serie di maxischermi, con video dedicati alla città di Cagliari e a sei siti archeologici e storici dell’isola, gallerie fotografiche dedicate alla Sardegna e al suo patrimonio storico, archeologico e naturalistico

Il Visitor Center costituisce un passaggio fondamentale nel percorso di divulgazione e conoscenza di un patrimonio di inestimabile valore attraverso gli strumenti dell’innovazione tecnologica e della realtà immersiva.

Notizie correlate